Europa positiva sull’impegno preso del governo italiano sui conti pubblici

Europa positiva sull'impegno preso del governo italiano sui conti pubbliciConti pubblici: dopo un continuo botta-risposta, alla fine la Commissione Europea ha dato il suo parere definitivo. In una nota, la Commissione dichiara di guardare positivamente al «pubblico impegno preso dal governo italiano di adottare misure di bilancio aggiuntive pari allo 0.2% del Pil entro aprile 2017».

Forte del punto di intesa trovato con il governo Gentiloni, la Commissione afferma di prevedere una crescita dello 0.9% del Pil durante il 2017, in perfetta linea con quanto ipotizzato già in autunno, mentre per il 2018 si prospetta un lieve miglioramento al +1.1%. «Se devo dare un titolo, direi che la crescita dell’economia continua anche se viene messa alla prova dalle incertezze», ha commentato Moscovici durante la conferenza stampa.

Al tempo stesso però, Moscovici si augura che l’Italia attivi quanto prima le misure necessarie per il rientro nei conti: «L’incertezza politica e il lento aggiustamento del comparto bancario pongono rischi al ribasso delle prospettive di crescita dell’Italia».

La volontà dell’Europa è di continuare ad avere un dialogo «costante e costruttivo» con il ministro Padoan, anche e soprattutto per evitare l’apertura di una procedura di infrazione. Anche se su questo, il commissario preferisce astenersi dai commenti rimandando il tutto «al lavoro in corso».

Matteo D’Apolito