Approvato il dl Salvarisparmio per le banche

Approvato il dl Salvarisparmio per le bancheLa Camera dei Deputati ha dato il via libera al decreto legge Salvarisparmio che stanzia un fondo di 20 miliardi di euro con cui lo Stato farà da garante alle banche in crisi di liquidità o con problemi di ricapitalizzazione. Il provvedimento è stato approvato dall’Aula di Montecitorio con 246 voti favorevoli, 147 contrari e 22 astenuti.

«E’ un passo avanti per garantire più sicurezza economica a famiglie e imprese», commenta il premier Paolo Gentiloni. Di diverso parere il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta: «Sono stati buttati 20 miliardi degli italiani per non salvare neanche una banca, per non salvare il sistema bancario».

Il nuovo testo introduce poche modifiche rispetto a quello originale, a partire da una maggiore diluizione dei vecchi soci e obbligazionisti di Mps e delle altre banche che chiederanno il supporto dello Stato. Prime indiziate le banche venete che, come ha fatto sapere l’amministratore delegato di Popolare Vicenza Fabrizio Viola, valuteranno la possibilità di un intervento pubblico.

A sollevare un vespaio di polemiche in Parlamento è stato il compromesso raggiunto sulla black list dei debitori delle banche in crisi, di cui saranno resi noti per filo e per segno i rispettivi profili di rischio.

Antonio Osso