«Il governo prosegue nel cammino di riforme e lo sta facendo con decisioni molto rilevanti, dalla protezione del risparmio alla sicurezza urbana fino alle misure prese sul terremoto». Con queste parole il premier Paolo Gentiloni si è espresso al termine del Consiglio dei ministri. «Lavoriamo – ha precisato – per completare le riforme del governo Renzi. Lo abbiamo fatto sulla scuola, lo stiamo facendo sulle periferie».

Tra le ultime novità introdotte dall’azione di governo si inserisce l’attuazione delle ultime deleghe della riforma della Pubblica Amministrazione: «Oggi abbiamo preso decisioni molto importanti, tra cui il completamento della riforma della PA, al cui interno ci sono anche misure per il riassetto del comparto sicurezza».

Inoltre il Cdm ha dato il via libera al decreto correttivo al codice degli appalti che mira ad introdurre una maggiore semplicità e trasparenza sul fronte degli appalti e dei lavori pubblici. 

Il premer Gentiloni

Le difficoltà economiche dell’Italia rimangono tuttavia la priorità, ma Gentiloni è ottimista anche su questo: «Abbiamo dati straordinari sul commercio e risultati importanti sull’evasione fiscale». Insomma, secondo il governo ci sono segnali di crescita che devono essere «sorretti, incoraggiati e sostenuti». Quello che si vuol dare agli italiani e all’Europa, ha sottolineato Gentiloni, è l’immagine di un governo «impegnato con determinazione, forza e sicurezza nel fare riforme».