Proprio come da previsione, il consiglio di amministrazione di Monte dei Paschi di Siena ha approvato all’unanimità la nomina di Marco Morelli come nuovo amministratore delegato del gruppo.

L’incarico di Morelli prenderà il via a partire dal prossimo 20 settembre, dopo che l’ex ad Fabrizio Viola ha lasciato il posto vacante. Proprio Viola, però, ha dato piena disponibilità nel fare la sua parte fino al 15 ottobre prossimo, giusto per dare alla banca quella “business continuity” di cui ha bisogno.

Il CDA di Mps fa sapere che la nomina di Morelli è stata approvata «in virtù della sua rilevante esperienza internazionale e della sua conoscenza del settore bancario italiano». E in effetti il suo curriculum parla da sé, non da ultimo con l’esperienza vissuta nelle vesti di Vice Chairman di Bank of America Merrill Lynch per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa e con l’incarico di CEO della divisione italiana di Bank of America Merrill Lynch.

Ma al di là delle indubbie competenze, la sfida di Morelli si preannuncia tutta in salita, visto e considerato che il nuovo numero uno di Montepaschi dovrà portare l’istituto verso l’aumento di capitale sociale stimato in 5 miliardi di euro e, soprattutto, procedere allo smaltimento delle sofferenze interne.

Alberto Mengora