Istat stima la crescita del Pil a +0,9%

Istat stima la crescita del Pil a +0,9%In tempi in cui si fanno grandi discussioni con l’Europa – ultimamente per una correzione dei conti pubblici da 0.2 punti di Pil – ogni piccola spinta è accolta positivamente dalle parti di Palazzo Chigi e del Tesoro. E una piccola ondata di positività arriva dall’Istat, che ha stimato la crescita del Pil italiano per l’anno 2016 allo 0.9%.

Il premier Gentiloni ha colto la palla al balzo per commentare con positività e ottimismo i dati provenienti dall’Istituto di statistica. Cinguettando via Twitter, Gentiloni ha esortato il governo e la politica tutta ad andare avanti con il cammino delle riforme.

Nonostante l’Italia rimanga sempre in fondo alla classifica Ue in termini di crescita – nell’Eurozona il prodotto interno lordo medio viaggia a +1.7% – resta il fatto che il dato diffuso dall’Istat sia il migliore dal 2010. Il dato supera infatti quello contenuto nel Documento programmatico di bilancio consegnato dal governo Renzi ai piani alti europei: all’epoca l’esecutivo ipotizzava una crescita del Pil per il 2016 allo 0.8%, con un +1.2% atteso per il 2018.

Tutto perfettamente in linea, invece, con le stime della Commissione Europea pubblicate poche ore prima, secondo cui il Pil italiano sarebbe effettivamente cresciuto dello 0.9% nel 2016, per confermarsi allo stesso livello nel 2017 e salire all’1.1% nel 2018.

Alberto Mengora