La seduta di martedì di Unicredit continua all’insegna del rialzo, spinta soprattutto dalle manovre del gruppo effettuate un po’ sul fronte delle cessioni e un po’ sul fronte della ristrutturazione societaria. Tra i corridoi di Unicredit si comincia a respirare il desiderio di investire, e infatti il colloquio programmato con l’amministratore delegato del gruppo assicurativo polacco PZU non cade mica per caso.

Unicredit.-Il-trasloco-che-cambia-Milano_h_partb

Unicredit vende Pekao

Tra gli accordi più importanti che Unicredit dovrebbe concludere a breve c’è quello legato alla vendita della seconda banca della Polonia, cioè la Bank Pekao. L’obiettivo di questo negoziato è quello di permettere al governo di riprendere il controllo del sistema bancario interno, per la gran parte detenuto da investitori stranieri. Alcune indiscrezioni rivelano a questo proposito che Unicredit si sarebbe convinta a cedere il 40.1% di Pekao.

Un affare da 7 mln di euro

«La cessione di Bank Pekao potrebbe compensare la necessità di capitale di Unicredit che si stima intorno ai 7 miliardi di euro, riducendo così le dimensioni dell’aumento di capitale», scrivono gli analisti di Banca Imi. E’ anche vero però che la cessione dell’istituto polacco «ridurrebbe le opportunità di crescita a lungo termine», per cui la questione non è poi così semplice come potrebbe apparire. Sembra comunque che qualsiasi decisione su Pekao verrà presa una volta per tutte a ottobre, vista la clausola di lock up che tiene le mani legate a Unicredit.

Matteo D’Apolito